Per una urgente commissione d’inchiesta.

Sono sempre in attesa, da tempo, dell’avvocato della famiglia Garramòn, di poter sapere quando delibereranno di ascoltare anche la controparte, oltre l’ascoltare  i mestieranti dell’intrattenimento televisivo, che non vivono solo “un quarto d’ora di fama” ma ore e ore settimanali di apparizioni mitomaniache ed arido protagonismo. Ma non credo sia negli interessi di quest’ultimi che le indagini riaprano , o si formi una commissione d’inchiesta, in quanto un ulteriore mia assoluzione comporterebbe la conclusione delle infinite puntate con annesse entrate commerciali dagli sponsor dei cellulari, delle automobili e delle merendine.

Assolutamente bramo e desidero il confronto democratico di diritto, di garanzia, per “distruggere”, “fare a pezzi”, con documenti alla mano le pseudo argomentazioni puerili, i paralogismi allucinati di diffamatori e vigliacchi che oltraggiano un cittadino assolto in Cassazione, e pretendono che questi sia a loro giudizio arbitrario nuovamente un assassino. Qualunque commissione d’inchiesta mi vedrebbe assolto e i profittatori del “servizio pubblico”, tacitati per sempre, come già loro accaduto spesso in pregresse sentenze di Tribunali della Repubblica Italiana.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to Per una urgente commissione d’inchiesta.

  1. legaitalia says:

    Sa perché tutta questa spettacolarizzazione? Non ho dubbi sul fatto che presto vedremo su sky una bella fiction sul caso orlandi. D’altronde molti di questi personaggi, De Pedis, minardi, abbatino, sono diventati più popolari dei Duran Duran…

    • Mary Q3 says:

      Cara Simona, io invece mi aspetterei un film dal titolo “Marco Fassoni Accetti. Artista maledetto e spia”, magari interpretato da Hugh Jackman… o magari da Antonio Banderas dei detestati “sponsor delle merendine”…
      Ipotesi molto fantasiosa, ovviamente. Lo dico solo per sdrammatizzare, pur non perdendo di vista la realtà. (Comunque all’estero non ne sanno più di tanto, c’è chi pensa che Emanuela si sia fatta monaca di clausura). Non entro nel merito degli argomenti di spionaggio, non ne so nulla e non mi interessano a livello di fiction e nemmeno in questa vicenda. L’Arte invece sì che mi interessa, anche se in tutto ciò ha un ruolo molto marginale…

      • legaitalia says:

        Neanche in Italia ne sanno più di tanto. Per questo motivo la magistratura, i media che copiano e ricopiano dichiarazioni prese dalla rete, fanno carne di porco. La storia forse presenterà questo fanta finale: dal carcere il dottor ascetti presenterà il libro sulla verità del caso.

      • Mary Q3 says:

        In effetti, se non erro, la conclusione da parte del Vaticano sarebbe stata: “Emanuela è morta”. Come dire a Pietro e famiglia di rassegnarsi, che non si cava un ragno dal buco. Il “fanta finale” almeno sarebbe qualcosa.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s