Delucidazione.

Molti mi pongono il quesito sui motivi per cui scelsi originariamente la trasmissione della Rai per consegnare loro il flauto e della mia presunta incapacità a prevederne le conseguenze. Necessitavo di un momento mediatico presso un programma di alta diffusione popolare, in cui, attraverso “l’evento” del flauto, poter produrre un appello a quanti contribuirono con me al manifestarsi dei noti fatti degli anni ’80, per presentarsi e far testimonianza alla Procura della Repubblica, presso la quale stavo già deponendo, ed insieme chiudere la trentennale vicenda. Non conoscevo più di tanto il modus operandi della trasmissione in oggetto, e non potevo prevederne tale esito e degenerazione estrema, che, a detta di taluni “esperti”, è alquanto peregrina per la media tradizionale della stessa.

Piuttosto è da porsi la domanda sul “cui prodest?” di tale operazione. Che volendo conferma la “sconvenienza”  delle mie deposizioni.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

16 Responses to Delucidazione.

  1. Vento Bianco says:

    In Effetti quello che lei ha ora pecisato sig. Marco Fassoni Accetti, ripropone le stesse parole, da lei proferite ad introduzione del primo servizio mandato in onda dalla trasmissione…ecco perchè citavo in altro post rivolto a Francesca “puoi riascoltare le precise parole da lui proferite in quella intervista”.
    Certo la domanda “cui prodest?… è una bella domanda… rimane uno degli enigmi di queste vicende mediatiche…. certo l’effetto è “sconveniente”….apparentemente…. ma a volte certe circostanze possono cambiare il corso degli eventi… magari aprire altre prospettive. Poi sà non conoscendo a fondo la storia, come del resto noi tutti, è difficile dare un giudizio ulteriore se non su quello che abbiamo appreso.

  2. Nikkolo says:

    Caro Accetti, e’ vero che lei ha partecipato alla presentazione del libro di Pino Nazio avvenuta in Campidoglio lo scorso anno (credo)? Una persona sul sito di Pino Nicotri afferma di averle parlato e che lei durante la suddetta manifestazione abbia fatto accuse molto pesanti (che non sono state specificate). Inoltre, sembra che lei sia intervenuto come ospite a sorpresa o qualcosa del genere. La inviterei a chiarire questo episodio perche’ mi sembra minare la sua credibilita’ in maniera piuttosto significativa.
    A presto

    • Marco Fassoni Accetti says:

      La presentazione del libro in questione avvenne il 30 maggio corrente anno presso la Biblioteca comunale di Villa Leopardi, della quale sono un assiduo frequentatore, ed incidentalmente mi trovai durante tale evento. Non conoscevo lo scrittore, Pino Nazio, né tantomeno avevo avuto modo di leggere il suo libro. Fui invitato a presenziare ed esternai, ne più ne meno, quanto ho già pubblicato in questo mio blog. Non ho alcun rapporto ed interessi con alcuna casa editrice.

  3. Nikkolo says:

    Non vorrei sembrare sgarbato, ma amenoche’ non ci sia gia’ un altro libro con lo stesso titolo e scritto dallo stesso autore, la presentazione di “Il segreto di Emanuela Orlandi” di Pino Nazio avvenne il 5 Dicembre 2012. La prego di vedere il link di seguito:
    http://www.artmajeur.com/it/artist/alessandrolisci/collection/pino-nazio-il-segreto-di-emanuela-orlandi/1448752
    Come sottolinea la persona che dice di averle anche parlato in quella occasione, erano presenti Walter Veltroni, Pietro Orlandi e il Giudice Capaldo. La presentazione avvenne in una sala del Campidoglio.

  4. Nikkolo says:

    Non sono informato su quante presentazioni un libro possa avere, quindi e’ possibile che ce ne sia stata piu’ di una. Tuttavia, la persona che ha riportato questo episodio si riferisce senza ombra di dubbio alla presentazione avvenuta a Dicembre. Ho controllato in rete e non ho trovato nessun sito fino ad ora, in cui la sua presenza a quell ‘evento viene confermata. Ora, e’ possibile che :
    a) la persona si stia inventando tutto per screditarla
    b) la persona dice la verita’ e lei non appare perche’ all’epoca non era ancora noto per il caso Orlandi.

  5. Nikkolo says:

    Dimenticavo, possbilita’ C) non ne capisco niente di computer quindi non ho trovato i link adatti

  6. Nikkolo says:

    Ultimo intervento poi mi taccio. Ho trovato un articolo di Nicotri che parla del suo intervento a Villa Leopardi, che va a dimostrare la mia ignoranza in materia libri. Tuttavia, mi piacerebbe sapere cosa risponde alla persona che dice di averla incontrata anche nella sala del Campidoglio a Dicembre….
    Grazie per la attenzione

  7. Nikkolo says:

    Pensa di querelare la persona?

  8. Nikkolo says:

    Oppure semplicemente intervenire sul sito per difendersi?

    • Marco Fassoni Accetti says:

      Non mi risulta che alcuna persona abbia dichiarato riguardo la mia presenza in Campidoglio durante la presentazione del libro in questione.

  9. Nikkolo says:

    Chiedo venia, devo aver confuso i due eventi. Ho riletto i commenti sull’altro sito ed in effetti non mi e’ chiaro in quale occasione la persona che parla di lei deve averla incontrata. A questo punto penso si tratti della presentazione a Villa Leopardi. La persona si dice convinta che lei stia facendo tutto per pubblicizzare qualche libro. Spero di non vedere il suo nome tra quello degli autori di un futuro libro (a firma Nazio o altri). Sono sicuro che lei non abbia interessi con case editrici, ma sara’ d’accordo con me che in Italia i soldi circolano per molte vie e non sempre sono alla luce del sole.

  10. Nikkolo says:

    Voglio solo aggiungere che non credo lei stia facendo tutto questo per soldi. Non sono sicuro che lei non abbia altri fini pero’. Davvero la storia del bambino l’ha tormentata per tutti questi anni? mi sembra un po debole come giustificazione della sua comparsa sulla scena. In fondo se e’ vero che lei faceva parti di questi giochi di potere, immagino che le due controparti (la sua e la fazione opposta) doveste essere disposti a ben altro che semplici minacce in codice. Come lei stesso dice, la fazione opposta deve avere messo il povero Garramon davanti al suo furgone. Una cosa orribile. Amenoche’ voi non foste angeli e loro i demoni, devo pensare che anche voi foste disposti ad atti ben piu’ gravi che il semplice finto rapimento di due ragazzine. Altrimenti, non avreste avuto alcuna speranza di tenere testa agli altri, giusto? Stiamo parlando di due “organizzazioni” che agivano per influenzare lo IOR E LE SCELTE DELLA CHIESA. Si commettono crimini indicibili per molto meno denaro e ancor meno potere.

  11. Anna54 says:

    Sul ‘cui prodest’ direi che ci sono solo un paio di ipotesi da vagliare: la prima, che si sia mosso qualcosa o qualcuno di molto (ma molto) in alto, raccomandando un’operazione mediatica di screditamento/accantonamento del personaggio, sì che ogni sua futura dichiarazione venga associata, per il futuro, a pensieri negativi ed accuse di falso; è un’ipotesi interessante, che però viene in parte a cadere, ove si consideri che Accetti ha detto molte, molte più cose in Procura, e che su quelle sarebbe comunque difficile, per eventuali terzi coinvolti, fare boicottaggio o imporre il veto (a meno che…)
    L’altra ipotesi è molto più casereccia e ‘alla portata’, ed è quella per la quale propendo io… seguo Chi l’ha visto da diversi anni (sia pur saltuariamente) per il semplice fatto che sono affascinata dai misteri della vita, e quindi anche dalle tante, inspiegabili scomparse di gente normale: la nuova edizione del programma, con la Sciarelli, ha indubbiamente assunto un taglio diverso rispetto al passato, e concede tantissimo spazio all’approfondimento, in lungo e in largo, dei casi di cronaca più éclatanti, mettendo decisamente in secondo piano gli appelli normali per le scomparse ‘normali’… Cosa che ha suscitato, a quanto pare, il risentimento di molti affezionati telespettatori, abituati alla conduzione di ‘glorie del passato’ come la Raffai…. Bene, ciò posto, non esiterei a dire che la Sciarelli si è ritagliata il programma addosso, a sua misura, facendo leva su una buona presenza, su buone capacità da anchorwoman, e su una indiscutibile professionalità, anche se – a volte – usata male… Fa parte della nuova conduzione anche un abile e attivo coinvolgimento dei telespettatori (regolarmente citati e ringraziati ad ogni puntata), che se da un lato è cosa ottima nell’interesse di chi ha veramente bisogno, cioè gli scomparsi e le loro famiglie, per quanto riguarda casi come quello di Accetti diventa un’arma impropria… Ora, non voglio affatto entrare nel merito della vicenda, perché, come già detto tante volte, sarà la Procura che dovrà approfondire il caso e arrivare a una conclusione: ma credo che, indubbiamente, lo ‘share’ salga tantissimo ogniqualvolta la trasmissione manda in onda le ‘nuove scoperte’ su questo e altri casi, perché migliaia di spettatori si sentono direttamente coinvolti, come se la questione fosse in parte anche loro: “noi siamo i buoni e giusti”, sembra suggerire la conduttrice, “aiutateci a far luce, insieme scopriremo la verità”, ecc. ecc…. E così fioccano gli spezzoni di video o le foto presi dal sito di Accetti, che “ci ha suggerito un telespettatore” (sì, perché vorreste farci credere che voi non lo avete già ispezionato da cima a fondo..), cose decisamente di dubbio gusto e scarsissimo valore probatorio, ma tant’è, “l’ha detto lei, quella buona e giusta”, quindi possiamo fidarci e stare tranquilli…. Tornando a noi, perché demonizzare Accetti, dopo la riscoperta dell’affare Garramòn, senza rispettare la sua privacy giudiziaria e personale, e perché ritorcere il dito nella piaga ad ogni puntata…? Credo anche che la Sciarelli sia in buona fede, e che, presa dalla foga giornalistica, si sia presa a cuore la faccenda del ragazzino, rimasta ancora senza soluzione dopo trent’anni: ma di certo, avere un ‘cattivo’ contro cui scagliarsi aumenta negli spettatori la sensazione di essere ‘dalla parte giusta’, li fomenta e di pari passo fa crescere l’audience e lo share… Un meccanismo che sociologicamente è vecchio quanto il mondo, perché si sa, la gente si sente sempre rassicurata quando può osservare il ‘mostro’ al di fuori di sé e non deve cercarlo dentro sé stessa.

  12. Nikkolo says:

    Cara Anna, concordo con lei su molte cose. Una su cui certamente non concordo e’ la buonafede della Sciarelli, basta andare a vedere il modo in cui venne notificato in rigorosa diretta TV alla madre di Sarah Scazzi che la figlia era morta. La foga e l’eccitazione della conduttrice, ansiosa di fare lo scoop, sono cosi visibili ed esecrabili da non lasciare molto spazio alla buona fede. Anche se io cerco il dialogo con Accetti e non manco di provocarlo, purtuttavia la gestione della sua persona che CLV mette in pratica ogni settimana e’ di un oscenita’ schifosa. Mi scusi per le parole forti, ma non riesco a trovarne di meno adatte a descrivere il modo in cui assemblano i servizi e le supposte inchieste (inchieste? mah….a me sembra solo una porcata per solleticare, come dicevi tu, l’interesse morboso della gente e la voglia di trovare il mostro). Sarebbe ora che il pubblico capisse che dietro il tono accorato e sofferente della conduttrice, c’e’ solo una persona che pensa ai cazzi suoi, i quali si misurano in share e audience. Da questo punto di vista la trasmissione e’ un successone. Spero solo che il Signor Accetti non stia facendo un gioco simile….il tempo ci dira’, anche se probabilmente sara’ troppo tardi.

  13. Verita' e Giustizia says:

    Troviamo la Verita’ !! Anche se lentamente, cerchiamo di arrivare alla Verita’.
    Questo Blog creato da Accetti a parer mio non e’ stato creato soltanto in difesa dale INGIUSTISSIME accuse di vuole in tutti modi colpevolizzarlo ai fini di una maggiore attenzione pubblica, ma anche per sputare l’osso e liberarsi di un peso che il signor Accetti sente sempre piu’ forte dentro di se’.
    Arriviamo alla Verita’: quella che veramente a tutti noi interessa.
    DOV’E’….CHE FINE HA FATTO? ….QUANDO E’ MORTA?…COME L’HANNO UCCISA?…COSA LE HANNO FATTO PRIMA DI UCCIDERLA/E..? CHI L’HA SEVIZIATA…?
    PERCHE????????????????????

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s