“Il mitomane”

Il giornalista Pino Nicotri ha pubblicato il 10 febbraio 2014, sul sito di notizie online “Blitz Quotidiano” ( http://www.blitzquotidiano.it/opinioni/nicotri-opinioni/emanuela-orlandi-marco-fassoni-accetti-6-1788557/ ), che la notte del 20 dicembre 1983, nella caserma dei carabinieri di Ostia dove ero stato condotto in seguito al noto investimento accaduto nella pineta, si presentò il magistrato Domenico Sica, che mi avrebbe interrogato e separatamente avrebbe interrogato anche la ragazza ch’era in mia compagnia. Nicotri aggiunge come il magistrato Santiapichi, il quale aveva la villetta proprio in quella pineta, ricordi ancora oggi che il Dott. Sica, una volta rientrato in tribunale gli abbia parlato di quei due interrogatori tenuti quella notte.

Io non sono mai stato interrogato dal magistrato Sica, né tanto meno l’ho visto nella caserma quella notte. Del resto non esiste alcun verbale che lo attesti, e tutti sono a conoscenza che un magistrato è obbligato per legge a redigere un verbale, altrimenti commetterebbe un’omissione di atti d’ufficio.

Mi sono messo in contatto telefonicamente con il giudice Santiapichi, il cui numero di cellulare avevo da tempo, e costui, nella telefonata da me registrata, mi dichiara che nessun giudice gli riferì la tale circostanza di cui sopra, né tanto meno di aver parlato con il giornalista Pino Nicotri. Comprendendo quale potesse essere stata la “fonte” del giornalista, una ragazza che conoscevo negli anni ’80, costei mi confermò di aver raccontato lui l’episodio della presenza di Sica nella caserma, facendomi presente che il mio avvocato dell’epoca, On. Mauro Mellini, fosse sempre stato a conoscenza del mio interrogatorio con detto magistrato. Chiamavo il mio ex avvocato Mellini, il quale mi escluse di aver mai conosciuto tale fatto e mi confermò che il magistrato Sica non avrebbe potuto interrogare senza poi scrivere il verbale di prassi. Ergo il giornalista Pino Nicotri è un falsificatore. Ha ritenuto credibile la sua fonte senza verificarne l’attendibilità, pur dichiarando nello stesso articolo di avere a disposizione i documenti del processo, nei quali avrebbe dovuto notare come vi mancasse il verbale dell’interrogatorio di Sica. Inoltre inventa letteralmente che il Dott. Sica si confidò con il Dott. Santiapichi. Il giornalista, nella sua volontà di diffamarmi, non si cura di coinvolgere due eminenti alti magistrati.

Questa suddetta ricostruzione posticcia del giornalista mirava a far credere ai suoi lettori come io non sapessi all’epoca che nella pineta, dove era occorso l’incidente, si trovasse la villa del Dott. Santiapichi, e sarebbe stato il magistrato Sica con le sue domande a mettermi a conoscenza di tale vicinanza casuale al luogo dell’incidente, e che io, dopo trent’anni, avrei sfruttato questa informazione per imbastire la mia interpretazione del caso Orlandi – Gregori.

Non pago di questo e con la stessa tecnica fa credere di aver contattato ben 16 persone, descrivendole come miei “compagni di militanza neofascista e compagni radicali”, i quali gli avrebbero garantito come io non potevo “neppure da lontano sapere che esistesse un magistrato di nome Santiapichi, tanto meno dove lavorasse e ancora meno dove abitasse”. Io non ho mai avuto “compagni di militanza neofascisti e compagni radicali, in quanto non ho mai militato coi neofascisti né con i radicali. Sfido chiunque a trovare uno solo di questi testimoni. E si mai li avessi avuti non li avrei certo resi edotti, come l’ingenuo giornalista vuol far credere, di argomenti tanto delicati come il mio coinvolgimento nel caso Orlandi – Gregori.

Non ho mai provato “una grande ammirazione per le armi” ed “una fissazione fallica derivata dall’estrazione neofascista”. Come il falsificatore Nicotri riesce ad inventare la presenza di un giudice notorio come il Dott. Sica in un giorno e ad un’ora precisa, si può immaginare come costui possa confezionare testimonianze assolutamente false, quando non è obbligato a citare il nominativo dei testimoni.

Il giornalista Nicotri vergognosamente ha mentito ai lettori del giornale Blitz, dove in infiniti articoli ha manipolato documenti e realtà, che nei prossimi giorni sono obbligato a smontare. Ha oltraggiato la pubblica opinione, infettato i documenti di ben due processi, compiendo un’azione indiretta di depistaggio da ogni verità. Si consideri querelato per diffamazione, e di fronte all’autorità competente dovrà produrre le testimonianze dei magistrati Santiapichi e Sica, che dovrebbero confermare o meno le sue affermazioni.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

7 Responses to “Il mitomane”

  1. carlo artemi says:

    Che i giornalisti italiani siano ” fantasiosi ” beh è risaputo da decenni , che le tesi Nicotri è altrui vadano a farsi friggere se lei ha affemato cose reali è ovvio . Il resto viene da se . Mi viene da pensare però che se Emanuela è viva e vegeta potrebbe anche battere un colpo

  2. Andrea Vanni says:

    Perdonatemi se mi intrometto in questo spazio, ma vorrei avvertirvi che la mia pagina “Il grido degli Innocenti” è stata chiusa vigliaccamente, senza neanche avvertirmi. Questo paese oramai, non è più un paese libero. Ringrazio tutti voi per la vostra partecipazione, e Marco per avermi concesso questo spazio. Un caloroso saluto a tutti voi.

    • Vento Bianco says:

      Andrea Vanni…..ma perchè dici “pagina “Il grido degli Innocenti” è stata chiusa vigliaccamente, senza neanche avvertirmi.” la pagina del gruppo è perfettamente funzionante ed operativa…. perchè non fai altre verifiche… sei tu che non ci sei… sembra che tu abbia cancellato il tuo profilo. Chiedo poi a Marco Fassoni Accetti per aver usato questo spazio non inerente…. ne provvederà alla cancellazione..ma era una doverosa precisazione.

      • Vento Bianco says:

        Il messaggio ricevuto sul tuo profilo e così motivato “perché è stato ritenuto offensivo o contrassegnato come spam”.

  3. Andrea Vanni says:

    Grazie caro Vento. Qualcuno mi ha bloccato l’accesso a facebook. Stò tentando di rientrare , ma non ci riesco, quindi sono impossibilitato ad intervenire in suddetta pagina, e non riesco a capire il perchè. Scusami Marco se uso il tuo spazio, ma è l’unico modo di comunicare con voi.

  4. Andrea Vanni says:

    Mi hanno escluso da facebook, dandomi di Spam e offensivo. Mi chiedo perchè tutto questo ? ( scusami di nuovo Marco, se uso il tuo spazio, ma non ho altri modi di comunicare, poi potrai cancellare il tutto )

  5. Andrea Vanni says:

    Chiedo a Dany Astro, che è nella sudetta pagina, se può avvertire pubblicamente il gruppo, e dire tranquillamente che mi hanno bannato totalmente, su facebook. Grazie di nuovo, non disturberò più.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s