Il risultato della perizia sulla voce.

Il giornalista Nicotri conversando nello spazio della sua pagina con un iscritto della stessa, gli ha fatto presente di aver ordinato ben due perizie per verificare se la voce di Marco Fassoni Accetti fosse la stessa del telefonista detto “l’americano”. Ed entrambe i due lavori hanno escluso si trattasse della stessa persona.

Per cui apprendiamo che oltre la perizia ordinata dai magistrati esistono ben altre due perizie eseguite, per le quali a differenza di quella della procura, il risultato è pubblico, in quanto il giornalista lo ha annunciato.

Ma questa rilevante notizia è stata confinata dal Nicotri in un semplice fraseggio occorso tra lui ed un’altra persona.
Non viene annunciata dal giornalista neanche con un semplice post nella sua pagina Fb, né tanto meno compare in un articolo di Blitz, dove il giornalista è uso a scrivere le novità vere o presunte in suo possesso. Inoltre questa importante informazione non è stata riportata nel suo ultimo libro.

Ritengo improbabile che un professionista ordini ben due perizie per tenerne i risultati dentro un archivio. E comunque nel momento che ne dichiara il risultato dovrebbe, per dovere di completezza informativa, pubblicare anche il nome dei tecnici che l’hanno eseguita, ed i dati del lavoro che hanno condotto costoro a tale conclusione.

Tra l’altro vorrei evidenziare che il Nicotri, non si è limitato a dichiarare di aver commissionato una perizia, bensì due. È alquanto inverosimile che un giornalista che non disponga a suo dire di possibilità finanziarie, ne ordini una seconda, di fronte tra l’altro al risultato della prima perizia che soddisferebbe la sua aspettativa. Un gesto di meticolosità o piuttosto di ostentata spavalderia?
Se poi i periti possano essere stati dei suoi conoscenti e lavorato per pura cortesia, non cambia la sostanza del ragionamento: una seconda prova era superflua ed ingiustificata.

Personalmente ritengo si tratti dell’ennesima dichiarazione falsa del Nicotri. Se fosse stato in possesso dei risultati di ben due indagini che smentissero la mia credibilità, li avrebbe pubblicati senza indugio alcuno.
Per cui se il Nicotri non dovesse pubblicare per intero il corpo scientifico delle due perizie annunciate, con tanto di firma di chi le ha eseguite, saremmo di fronte ad un fatto di una gravità estrema. Un giornalista che non si limita bene o male ad informare, ma che entra direttamente nel corpo vivo del caso fabbricando informazioni false riguardo documenti inesistenti, in modo da condizionare l’opinione altrui e condurla artatamente verso la sua personale tesi riguardante il caso. Tra l’altro a danno di un testimone sottoposto ad avviso di garanzia.

E se tale è il disprezzo verso la verità, risulta chiaro che alla base di ogni sua azione non vi è altro che una vanità ed un egocentrismo che sfiora la follia.
Mi rammarico inoltre del comportamento dei tanti lettori, che in merito alla suddetta dichiarazione del Nicotri, hanno dato prova ancora una volta di passiva acriticità e creduloneria.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s