La prodigiosa memoria della signora Garramòn.

La signora Garramòn, dopo ben trent’anni, ha un nuovo “ricordo”: «Un giorno prima della sua morte, mio figlio – racconta ancora la mamma di Jose – disse ad un compagno di scuola che il suo aeroplanino di aeromodellismo l’avrebbe scambiato il giorno seguente con uno più bello e più grande, grazie a qualcuno. La mia collaboratrice dell’epoca riconobbe in Accetti l’uomo che venne a bussare, con una scusa, alla mia casa».

Questo episodio dell’aeroplanino che qualcuno avrebbe dovuto dare al piccolo Josè il giorno stesso del suo investimento, la signora Garramòn non lo riferì affatto ai carabinieri che il giorno seguente il tragico fatto interrogarono i familiari, né tantomeno al giudice istruttore e non ai giudici della Corte d’Assise che celebrarono il processo. E non lo ha raccontato ai giornalisti in tutte le sue infinite apparizioni mediatiche. Questa e le altre falsità della signora dovrebbero suscitare in tutti l’interrogativo sul come mai una persona che si definisce cercatrice di verità per il proprio figlio,  voglia poi condurre tutti forzatamente nel pantano di un’unica tesi, già storicamente naufragata.

Personalmente ritengo che la signora, la quale non ha intrapreso alcuna iniziativa per ben trent’anni, sia ora obbligata dalle mie rivelazioni a mentire ai giudici per coprire alcuni rapporti, comunque legittimi ma riservati, che il marito intratteneva all’epoca con alcune “parti” delle nostre istituzioni.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to La prodigiosa memoria della signora Garramòn.

  1. clanpapus says:

    Caro Marco. Ho letto con interesse Il Ganglio, ammmetto di esserne rimasto sbalordito. Soprattutto la difficilissima parte dei codici. A tal proposito, vorrei un Suo parere se possibile: recentemente te il turco Agkà ha deposto sulla tomba di Papa Woytyla DUE rose rosse, due fiori come le due ragazze rapite, la Orlandi e la Gregori. Subito dopo c’è stata la sciagura della Norman Atlantik euna collisione di un’altra nave ( turca)… e vabbò, coincidenza, ma ieri la liberazione delle due ragazze Greta e Vanessa. Di queste ultime, considerato che nelle foto mostrate una di esse la ritrae castana con una fascetta sulla testa, con una notevole somiglianza alla Orlandi, e in un’altra foto, le due apparivano in burqa con un foglio in mano sul quale vi è stata scritta una data, non potrebbero tali elementi e concatenazioni di sopracitati accadimenti, essere una sorta di messaggi cifrati inerenti alla questione Orlandi e Gregori? Non so la data nella foto anagrammando la ricorda un codice letto nel Ganglio, la fascetta sulla testa di una delle due neoliberate, la sua somiglianza con la Orlandi…. una sorta di trattativa ancora in corso…. può essere possibile secondo Lei? Forse è un abbaglio, però….. grazie mille della sua eventuale Risposta.
    …Mauro…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s