La fonte fiduciaria qualificata.

La cosiddetta fonte dichiarò alla Questura di Roma che Josè Garramòn non morì affatto in quanto investito dal mio furgone, ma bensì fu prima violentato, assassinato ed in seguito fu organizzata la simulazione di un investimento. Tutto ciò fu smentito dall’autopsia e dai rilievi della scientifica, che asserirono come il ragazzo non subì assolutamente sevizie né violenza carnale, ed i motivi del suo decesso sono riconducibili esclusivamente all’impatto con il mezzo da me guidato. Questa è la qualità di alcuni dei cosiddetti “confidenti” dello Stato e di un programma del servizio pubblico della Rai, che su tali assurdità ha imbastito una trasmissione televisiva ingannando e disinformando il proprio pubblico, che tra l’altro li sovvenziona con il pagamento del canone.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s