Rettifiche mancate

Come volevasi dimostrare, la trasmissione della Rai sugli scomparsi si è ben guardata ancora una volta dal leggere la rettifica che il mio legale ha inviato loro, sul fatto che non vi fosse alcuna bambina in mutande, ma in costume da bagno, e che la signora Ofelia Garcia dell’omonima agenzia Studio Ofelia, avesse dichiarato il falso dicendo di non conoscermi.

Tale omissione conferma la volontà della suddetta redazione a diffondere arbitrariamente false informazioni, senza alcuna modifica delle stesse, quando i fatti storici inevitabilmente le smentiscono.

Tale disinformazione televisiva appare ancor più grottesca, per il fatto che i parenti delle scomparse e il “popolo” che li accompagna alla ricerca della verità, attinga proprio a questa fonte, la cui prima responsabile è una giornalista già condannata in via definitiva dalla Cassazione come diffamatrice, quindi per la legge: una bugiarda.

Un’ulteriore conferma a tale riflessione, viene dal fatto che qualunque altra testata sia televisiva che di carta stampata, non ha mai ripreso “in toto” facendole proprie, le sconclusionate e fasulle insinuazioni di tale redazione. Ancor meno sono state considerate in sede giudiziaria, infatti i magistrati non si sono mai avvalsi di tutto quel che tale trasmissione ha prodotto in più di due anni. Indice del fatto che trattavasi solo di chiacchiere da pianerottolo.

Per cui tutto quel che tale redazione va vociferando, nasce e muore nella loro minima realtà. Ciò non può che essere una conseguenza del non voler applicare, nel 2015, lo Stato di Diritto, le garanzie che la Costituzione assicura civilmente ai sospettati, i quali sono sempre degli innocenti fino a prova contraria. La cultura del sospetto appartiene ai tempi bui ed ignominiosi della storia umana, e al protagonismo di questa donna, protetto dalla politica della RAI, che innanzi al profitto degli sponsor è disposta ad otturarsi ogni orifizio.

Advertisements
This entry was posted in Fatti Giudiziari and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Rettifiche mancate

  1. carlo artemi says:

    Lei non lo dice ma io posso dirlo : tra i dirigenti di RAI 3 ci dovrebbe essere (e comunque è un dirigente RAI) un tal signore che si dice legatissimo al cardinal Bertone che si dice avversario delle riforme di Papa Francesco. Inutile dire che soffiando sul fuoco del caso Orlandi oggettivamente si crea disturbo all agire di questo Papa . Solo un caso? oppure qui si gioca pesante proprio come nel 83?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s